mercoledì 22 gennaio 2020

QUALE MASCHERINE ANTIVIRUS INDOSSARE CONTRO IL CONTAGIO

Quali mascherine antivirus indossare per combattere il contaggio da virus e influenza

In passato ma anche in questi ultimi giorni, stiamo assistendo alla preoccupante epidemia virale proveniente dalla popolosa Cina. Il virus che attualmente non è stato perfettamente identificato è altamente contagioso e l'uso delle mascherine antivirus può almeno limitare la possibilità di essere colpiti da patogeni potenzialmente fatali per l'uomo. La mascherina antivirus da indossare sul volto sia in esterno che all'interno degli edifici, rappresenta la prima barriera fisica per il virus che è in circolazione e che pare si propaghi nell'area molto facilmente. Le mascherine antivirus sono di vario tipo ma tutte devono garantire un minimo di sicurezza ed una barriera contro i pericolosi virus che si stanno velocemente diffondendo.
Per contagiarsi serve in ogni caso un contatto ravvicinato con un paziente malato, anche se in isolamento: in questo caso sono ovviamente necessarie presidi medici di prevenzione di livello alto come quindi mascherine tipo FFP3 che rappresentano il presidio DPI dispositivo di protezione individuale più alto.


Questo tipo di mascherinea sono dispositivi muniti di filtri che proteggono bocca, naso e mento; sono divisi in tre classi in base all'efficacia filtrante: FFP1, FFP2 e FFP3. Le lettere FF sono l'acronimo di "facciale filtrante", P indica la "protezione dalla polvere", mentre i numeri 1, 2, 3 individuano il livello crescente di protezione (bassa > 80%, media > 94% e alta > 99%). In presenza di contaminazioni elevate o di agenti biologici estremamente pericolosi come quelli di gruppo 4 (per es. virus delle febbri emorragiche), potrebbe essere necessario isolare completamente l'operatore dall'ambiente esterno impiegando autorespiratori che forniscono aria diversa da quella dell'ambiente di lavoro. Le mascherine antivirus forniscono una protezione contro la diffusione dell’influenza sia bloccando le goccioline di secrezioni respiratorie emesse dalle persone malate che le indossano (goccioline di Flügge), sia impedendo che le medesime goccioline o spruzzi di secrezioni o altri fluidi biologici raggiungano le mucose di naso e bocca.

Ricordiamo che le mascherine filtranti facciali antivirusali monouso non devono essere riutilizzate e vanno eliminato e scartati se danneggiati, sporchi o contaminati da sangue o altri fluidi biologici.

Come indossare la mascherina antivirus

Come indossare masche antivirus facciale

Prima di indossare il dispositivo, assicurarsi di avere le mani pulite.
  1. Con il rovescio del respiratore e aiutandosi con la linguetta, separare il lembo superiore e inferiore fi no ad ottenere una forma a conchiglia. Piegare leggermente il centro dello stringinaso.
  2. Assicurarsi che entrambi i lembi siano completamente dispiegati.
  3. Tenere il respiratore a coppa in una mano con il lato aperto rivolto verso il viso. Aff errare entrambi gli elastici con l’altra mano. Posizionare il respiratore sotto il mento con lo stringinaso rivolto verso l’alto e tirare gli elastici sopra il capo.
  4. Posizionare l’elastico superiore sulla parte alta della testa e quello inferiore sotto le orecchie. Gli elastici non devono essere incrociati o ritorti. Aggiustare i lembi superiore e inferiore fi no ad ottenere una tenuta ottimale e assicurarsi che i lembi e la linguetta sul lembo inferiore non siano ripiegati.
  5. Con entrambe le mani modellare lo stringinaso intorno al setto nasale per assicurare una buona aderenza al viso e una buona tenuta. Premere lo stringinaso con una sola mano può determinare una minor tenuta e una minore prestazione del respiratore.
  6. Verificare la tenuta del respiratore sul viso effettuando la prova di tenuta prima di accedere all’area contaminata.

Potrebbe anche interessarti

domenica 19 gennaio 2020

MAPPA DELLE PASSWORD DELLE RETI WIRELES DEGLI AEROPORTI

La mappa delle password wireless degli aeroporti in Italia e nel mondo

Trovare una connessione wireless negli aeroporti che sia aperta, libera e gratis non è sempre facile, o possibile, senza una password (o un numero di telefono locale). Il motivo, per il quale ho deciso di scrivere quest'articolo, sta nella difficoltà che spesso abbiamo a collegarci a internet in aeroporto. Vi segnalo un elenco sempre aggiornato di password wireless degli aeroporti di tutto il mondo. Queste passwords vengono sempre aggiornate e potete eventualmente comunicarne anche voi di nuove collegandovi alla pagina Facebook di foXnoMad che è il sito che cura questo elenco di nuova password o aeroporti.

Lo strumento più interessante creato a tal fine è l'uso di una mappa Google che mostra tutti gli aeroporti nel mondo (o quasi) con le relative password per la connessione wireless. Basta infatti scorrere un elenco oppure, più comodamente, cliccare sul simbolo dell'aereo che rappresenta l'aeroporto del quale desideriamo conoscere la password di acceso ed il nome utente della rete pubblica wireless.



Puoi anche aggiungere questa pagina con la mappa ai segnalibri per tenerti aggiornato su future aggiunte alla lista delle password delle connessioni negli aeroporti.
Questo elenco diventa più utile quanto più di voi inviano le password che trovano negli aeroporti. Se conoscete una password lounge, (le areee all'interno dei terminal che offrono ai viaggiatori "speciali" una serie innumerevole di comfort e servizi) o per altri punti di accesso, lascia un commento su questo post. (Anche se l'aeroporto è già elencato; poiché tendono a cambiare frequentemente, più recente è l'aggiornamento, meglio è.) Aggiorneremo la mappa per aiutare altri viaggiatori che si dovessere recare in quell'aeroporto.

La App iOS e Android della mappa delle password degli aeroporti e come funziona

Esiste ovviamente l'app dedicata per verificare in tempo reale dal telefono le password degli aeroporti nel mondo: WiFox è disponibile per il download per iOS sull'App Store e su Android su Google Play per 2 €. Non ci sono acquisti in-app o annunci e gli aggiornamenti wireless dell'aeroporto sono gratuiti, a vita.

    

Le password delle reti degli aeroporti vengono quindi verificate e aggiunte alla mappa, che viene aggiornata in tempo reale quando si dispone di una connessione Internet. Tutti gli hotspot sono mostrati su una mappa, disponibile per l'uso offline nelle app (vedi sopra), nonché in una vista elenco ricercabile.

Mappa pw aeroporti

Le informazioni sull'hotspot includono: aeroporto, posizione nell'aeroporto o nella lounge, nome della rete, password e altri dettagli che potrebbero aiutare a collegarci online (ad es. "Sedersi vicino al gate 23 per avere il segnale più forte").
Tutte le informazioni vengono verificate prima di essere approvate sulla mappa, inoltre ogni utente può inviare eventuali modifiche della password non appena le scopre.

Altre funzionalità della app WiFox

  • Copia password direttamente:
    le icone Wi-Fi sulla mappa mondiale indicano se sono disponibili informazioni sulla password. Puoi trovare la sala o il terminale in cui è disponibile la connessione wireless e copiare la password direttamente da WiFox nelle impostazioni del tuo telefono.
  • Limitazioni temporali di sblocco:
    vengono visualizzati anche i punti di accesso con limiti temporali, ma WiFox mostra come aggirare le restrizioni temporali. :-)
  • Aggiornato in tempo reale:
    I viaggiatori possono valutare le informazioni sulla password, facendo sapere agli altri utenti se potrebbe essere necessario un aggiornamento o inviare una password aggiornata per la verifica direttamente tramite WiFox.
  • Il sistema di classificazione mantiene aggiornate le informazioni sulla password:
    le icone wifi sono codificate a colori per fare sapere quanto sono aggiornate e affidabili le informazioni sulla password di un determinato punto di accesso.
Certamente avete notato che nella mappa degli aeroporti in Italia mancano praticamente moltissime password di collegamento alle reti wireless pubbliche! Sappiamo che sono presenti in ogni aeroporto ma serve conoscerle con i relativi dati di accesso alla rete: quindi non appena entrate a conoscenza di questi dati, condivideteli anche semplicemente scrivendo un commento quì sotto oppure contattandoci.

Potrebbe interessarti anche:



GLI ASSISTENTI DI VOLO CI SVELANO PERCHÈ NON SI AMMALANO MAI

Perchè le assistenti di volo sono sempre in salute e non si ammalano mai?

Gli aerei sono mediamente piuttosto sporchi se non luridi in certe zone! Tra la presenza di molte persone e ancor di più di germi, dovremmo pensarci assolutamente almeno due volte prima di toccare le prese d'aria su un aereo o il tavolino nel sedile davanti a noi! Gli assistenti di volo non hanno molta scelta in questo senso, tuttavia, sono costantemente esposti a una raffica di batteri. Eppure, in qualche modo, non si ammalano mai...ma come fanno? Se sei il tipo di persona che si sente male dopo un solo volo di un'ora, potresti chiederti come fanno i membri dell'equipaggio di cabina a riuscire a mantenersi in salute ed in perfetta forma, nonostante siano dei frequent flyers. Diversi assistenti di volo hanno rivelato come facciano a non ammalarsi mai lavorando in aereo e come è possibile adottare le stesse strategie per evitarer malanni?
Inoltre alla fine di questo articolo vi sveleremo un segreto o meglio una "dritta" che quasi nessun viaggiatore conosce che le assistenti di volo ci hanno rivelato!

Idratati durante il volo

Consigli assistenti di volo

Luana Trigali, assistente di cabina principale di Volotea, si è ammalata solo una volta durante la sua carriera. Il suo consiglio migliore? Bevi "una tonnellata d'acqua" mentre voli. "Volando ci disidrata da paura anche stando seduti e se sei disidratato, il tuo corpo è un pò più debole, il che rende più difficile combattere i germi che stai incontrando in aereo". Ugualmente, Laura McNeil, un membro dell'equipaggio di cabina di Emirates Airline afferma di acquistare un litro di acqua prima di ogni volo e di berlo tutto durante il viaggio.

Evita l'acqua del rubinetto, il caffè o il tè

Anche se devi assolutamente rimanere idratato, è meglio evitare queste bevande. Tra le altre cose, uno studio del 2019 sulla qualità dell'acqua negli aerei ha scoperto che i serbatoi d'acqua favoriscono la crescita microbica. Invece, chiedi acqua in bottiglia oppure porta la tua da casa.

Usa delle salviette umide per le mani

Salviettine umidificate da usare in aereo

Non solo è rinfrescante pulirsi le mani con delle salviettine umidificate da viaggio come queste, ma aiuta anche a tenere a bada i germi. Oltre alle salviettine umidificate, durante i voli Laura rimane rinfrescata usando una nebbia idratante all'olio di argan sul viso.

Prendi un integratore a supporto del sistema immunitario

Anche se i benefici sulla salute, delle pastiglie effervescenti all'arancia, Airborne non sono pienamente state dismostrate dalla scienza, le persone le considerano ancora come un modo per prevenire problemi di raffreddamento o simili. Luana la nostra assitente di volo è una di quelle persone che le utilizza e dice che le tiene sempre riposte sull'aereo come misura preventiva: "Sono praticissime confezionate in piccoli pacchetti".

Disinfettate le superfici dell'aereo


Sfortunatamente, molte parti degli aeroplani non vengono pulite come dovrebbero, quindi a volte (spesso...) è necessario prendere in mano la situazione. Le nostre due assistenti portano sempre con sé pacchi da viaggio di salviettine igienizzanti Napisan e durante il volo puliscono le superfici con le salviettine Alcohol Prep Pads antisettiche per disinfettarle il più possibile.

Non mangiate mai direttamente dal tavolino davanti a voi!

Mentre è una buona idea portare le salviette antibatteriche e pulire il tavolo del tuo vassoio, devi essera ancora più certo di non mangiarci sopra direttamente. "La parte più sporca dell'aereo sono i tavoli dei vassoi: le persone poggiano costantemente la testa, cambiano i pannolini dei bambini vi poggiano i piedi e molto altro!!", ha detto ad una trsmissione televisiva un'assistente di volo di Ryanair. "Non ci mangerei nemmeno dopo averlo disinfettato!" Se lo dice lei ci crediamo certamente!

Bevi succhi di frutta in aereo

Succhi di frutta viaggio

Luana è anche un fan del bere diversi succhi biologici che incorporano ingredienti come zenzero e limone. "La maggior parte di noi può pensare che sia una moda passeggera, ma mi aiuta a ottenere diversi nutrienti", dice. Se stai cercando altri suggerimenti, ecco 18 succhi di frutta più sani di quanto pensassi ideali per il viaggio.

Cerca di rilassarti e non stressarti

C'è sicuramente una connessione tra lo stress e la tua salute, quindi è meglio evitarla ogni volta che è possibile. Molti assistenti di volo usano alcune gocce di Naissance oli essenziali di lavanda per rilassarsi.

Evita la caffeina

Per quanto sia allettante prendere una tazzina di caffè prima di un volo mattutino, Luana Tringali lo sconsiglia. "Evita la caffeina e l'alcool in quanto sono una delle principali cause di disidratazione", afferma. "Invece, prova un succo di frutta per mantenerti idratato durante il tuo viaggio."

Mangia frutta e verdura cruda


Invece di cercare snack industriali, le nostre assistenti di volo ci suggeriscono qualcosa di più sano. "Gli alimenti a base d'acqua, come frutta e verdura cruda, non solo ti manterranno idratato e prevengono il gonfiore, ma ti daranno anche la spinta aggiuntiva di importanti antiossidanti, fibre e altri nutrienti".

Mantieni o resta in forma

Questo è un buon consiglio, indipendentemente dal fatto che tu stia salendo o meno su un aereo, ma Laura afferma che l'esercizio fisico regolare può aiutarti a rimanere in salute quando voli. "Mantenere uno stile di vita sano è estremamente importante per aiutare a far fronte alle esigenze fisiche di un volo e al costante cambiamento dei fusi orari", spiega. “Sperimentiamo regolarmente cambi di fuso orario, schemi di sonno irregolari e voli a lungo raggio che possono interrompere il nostro bioritmo. Di conseguenza, una dose regolare di buona alimentazione ed esercizio fisico costante aiutano il nostro corpo a mantenersi a livelli ottimali ".

Ma non allenarti subito dopo un volo

Anche se può sembrare una buona idea andare in palestra non appena si raggiunge la destinazione, l'assistente di volo Margherita Spiezie afferma che in realtà non lo è. "Non ha senso spingere il tuo corpo ad allenarsi quando non ha avuto abbastanza riposo, reidratazione e tempo per acclimatarsi ad un nuovo fuso orario".

Fa un pisolino durante il volo

kit da viaggio aereo per il riposare

Anche se questa non è sempre un'opzione per gli assistenti di volo, fare un pisolino durante il volo può mantenerti energico e aiutarti a evitare il jet lag. Ecco perché Norma Sancez, assistente di volo di Alitalia, ha dichiarato di raccomandare ai viaggiatori di creare un kit da viaggio aereo per il pisolino come questo da riporre nel bagaglio a mano contenente un cuscino per il collo, cuffie antirumore, tappi per le orecchie e una maschera per gli occhi con la cavità per gli occhi per bloccare la luce senza sporcare il mascherina.

Un ultimo consiglio:
Il servizio di solito è migliore nella parte posteriore dell'aereo!

Un'assistente di volo a fine carriera ci ha raccontato una cosa che le compagnie aeree non dicono per evitare la corsa alla prenotazione dei posti nella zona posteriore dell'aereo:
"Mentre la maggior parte dei passeggeri tende a scegliere i posti che si trovano nella parte anteriore dell'aeromobile, in modo da poter sbarcare per primi e avere maggiori possibilità di assicurarsi l'opzione di pasto preferita, gli assistenti di volo sanno che se sei seduto dietro, Riceverai un servizio più attento ed accurato.
"Il motivo è semplice ma in pochi ne sono a conoscenza: ci piace evitare di rispondere alle chiamate dei citofoni dalla parte anteriore dell'aereo perché rispondere significa potenzialmente portare qualsiasi cosa il passeggero abbia richiesto e "rischiare" che tutti gli altri passeggeri vendendocci passare lungo tutto l'aereo, chiedano di avere la stessa identica cosa. Ciò può causare un problema poiché le compagnie aeree spesso non forniscono abbastanza vodka, cuscini, tappi per le orecchie e spazzolini da denti o in più tempo sui voli più brevi per deviare dal programma di servizio.
"Invece per i passeggeri seduti vicino al retro dell'aereo è molto più facile infilare quella seconda mini bottiglia di vino o dare un cuscino in più se lo richiedono :-) ."

sabato 18 gennaio 2020

PERCHE` NON USARE MAI LE STAZIONI DI RICARICA NEGLI AEROPORTI

Perché non utilizzare mai le stazioni di ricarica negli aeroporti

L'aeroporto è di solito l'unico posto in cui devi caricare una batteria almeno all'1% mentre attendi il volo, ma per quanto allettanti possano essere le porte di ricarica USB vicino al gate d'imbarco, queste rappresentano un grosso rischio per la sicurezza della tua privacy. In questo breve articolo ti spiego i rischi che corri ricaricando in aeroporto, come risolvere il problema e perché dovresti trattare le porte USB pubbliche come le reti wifi pubbliche. Le porte USB possono trasferire sia dati e che alimentazione: la prima espone potenzialmente il telefono a malware e virus vari. I criminali informatici possono modificare tali connessioni USB per installare malware sul telefono o scaricare dati a tua insaputa nella presa USB che stai utilizzando per ricaricare. Ricordati che collegarsi ad una porta USB pubblica è un pò come trovare uno spazzolino da denti per strada e decidere di metterlo in bocca....!


È molto più sicuro portare con sé il normale caricabatterie e collegarlo a una presa a muro o, in alternativa, portare un power bank portatile per ricaricare il telefono quando si è a corto di tacche di carica nel telefono o nel notebook. Questo è un documento alert che ha diffuso la contea di Los Angeles a proposito dell'uso delle ricariche negli aeroporti locali.

Uno strumento come PortaPow per il caricamento rapido sicuro con adattatore USB no-dati con SmartCharge Chip, che blocca tali connessioni dati, è da considerarsi un equipaggiamento essenziale ogni volta che ci colleghiamo in aeroporti, caffè o qualsiasi porta USB per ricarica pubblica.




PortaPow Caricamento Rapido con Adattatore USB Blocco dati con SmartCharge Chip


Potrebbe Interessarti anche:

TUTTO LE DOMANDE DA FARE AD ALEXA - DOVE COME PERCHÈ COSA QUANDO

Tutto ciò che possiamo chiedere e domandare  ad Alexa di Amazon i dove perchè come ed i quando più richiesti

Iniziamo questo escursus su Alexa di Amazon spiegando cos'è esattamente: è una assistente personale vocale intelligente messo in vendita dal colosso dell'ecommerce nell'ormai lontano 2014. Attenzione però: Alexa non è una persona e neppure un oggetto "smart" ma è un software caricato all'interno di diversi devices disponibili su Amazon come Echo Dot (3ª generazione), Echo Show 5, Echo Flex, la Lampadina Smart Alexa, iRobot Roomba solo per nominare i più famosi e desiderati....
I dispositivi appena citati sono parte integrante della domotica domestica e fanno oramai parte della cosidetta casa intelligente o smart house.
Adesso però iniziamo a rispondere alle domande più richieste sull'argomento Alexa di Amazon in rete dagli utenti:
  1. Dove si compra Alexa?
    Alexa non si compra ma si acquistano i dispositivi che la contengono che trovate su Amazon.
  2. Dove mettere Alexa?
    In particolare in casa ma anche in giardino, in garage o in ufficio....i dispositivi compatibili con Alexa sono tanti per diversi usi sia all'interno che all'esterno della nostra casa.
  3. Come si aggiorna Alexa?
    Alexa è un'applicazione che è "residente" in cloud quindi non è fisicamente installata all'interno del nostro dispositivo, per esempio dentro Echo Dot. L'aggiornamento è quindi permanente e continuo senza che noi dobbiamo in alcun modo intervenire. Quindi l'app del nostro dispositivo "Alexa" sarà sempre efficiente ed aggiornato.
  4. Cosa può fare Alexa?
    Può fare tante cose tra queste le più interessanti ed utili sono: - Controllare i dispositivi smart della nostra casa tra questi (termostati WiFi, smart plug, lampadine smart, strisce LED, telecamere IP, videocitofoni, serrature WiFi, ecc.;
    - Fare videochiamate e chiamate vocali ed inoltrare messaggi fra dispositivi Echo o usando Skype:
    - Gestire promemoria, sveglie, impegni e calendario;
    - Fare lo streaming di musica, radio, video e audiolibri:
    - Effettuare ricerche web e dare informazioni ed aggiornamenti in real time su notizie, meteo, sport e traffico.
  5. Alexa dove si collega?
    Può essere collegata ai dispositivi compatibili con i sistemi di rete Wi-Fi domestica: facilmente e tramite le app collegate con il device da collegare.
  6. Alexa dove vai a funghi?
    La domanda viene posta da molti utenti che amano i funghi e sono convinti che Alexa sappia anche il luogo dove raccoglierli in gran quantità!
  7. Dove scaricare Alexa?
    Potete fare il download gratuito su Google Play per Android oppure su App Store (per il resto del mondo....)
  8. Perchè Alexa è in inglesae?
    Vero, di default è così ma è possibile farle cambiare la lingua in italiano! Basta geolocalizzare la app che abbiamo scaricato ed attivare la nostra lingua.
  9. Quando è carica Alexa?
    Nell'ultima versione di Echo Dot abbiamo a disposizione una batteria di ben 10.000 mAh: per vedere se è carica basta vedere i led che da rossi passano a verde. Si può anche tenere un pratico carica batteria wireless portatile appositamente studiata per i dispositivi compatibili con Alexa Amazon.
  10. Perchè Alexa si illumina di giallo?
    La luce gialla indica che Alexa ha un aggiornamento di stato sul vostro recente ordine su Amazon. Oppure qualcuno vi ha inviato un messaggio di testo tramite Alexa da uno smartphone o da altro dispositivo Echo. Per eliminarla dovete semplicemente ascoltare i messaggi dicendo "Alexa, messaggi".
  11. Quanto costa Alexa?
    Alexa è all'interno di diversi dispositivi ed il più venduto tra questi è Echo Dot di terza generazione che costa circa 24 euro su Amazon.
  12. Perchè Alexa si blocca?
    Solitamente è per un problema di compatibilità con i dispositivi collegati: basta controllare nei manuali dei device collegati se sono collegabili ad Alexa o meno. Poi provate a controllare il collegamento wi-fi che sia attivo e comunque che abbia un buon campo con il router che lo mantiene in connessione: potrebbe essere anche quello il problema. Provate anche a staccare/disconnettere momentaneamente apparecchi elettrici accessi in prossimità del dispositivo e riprovate. Fate attenzione a ciò che sente (Alexa) dalla TV: pottrebbe a vostra insaputa, ricevere messaggi ed ordini che potrebbero sviarla dal normale uso che solitamente ne fate: quindi allontanatela da fonti sonore. Provate a cambiare la parola che fa attivare Alexa: scegliete una parola personalissima che nessuno mai pronuncerà al posto vostro.
  13. Perchè Alexa non accende la TV?
    Per rendere totalmente compatibile la vostra TV cpn Alexa vi serve il telecomando Fire TV Stick: La TV si accenderà senza alcun problema e riuscirete a sfruttare tutte le funzioni di Alexa con il televisore di casa. Potrete facilmente collegarvi a Prime Video, Netflix, YouTube, DAZN, Infinity, RaiPlay e moltissimia altri servizi.

Potrebbe anche interessarti:


lunedì 13 gennaio 2020

20 HOTEL A ROMA CENTRO CON SERVIZI E CAMERE PER DISABILI

20 Hotel con camere per disabili in centro a Roma

Roma ogni anno è visitata da oltre 15 milioni di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Molti di questi sono utenti con disabilità di vario tipo e gravità che non per questo rinunciano al piacere di soggiornare in Italia e in hotel della capitale in particolare. Chi desidera girare Roma sa che la maggior parte delle attrazioni, monumenti, chiese e musei si trovano in centro. Quindi l'ideale per chi ha problemi di deambulazione ed anche per gli accompagnatori è di trovare strutture ricettive turistiche che siano situate in centro città a Roma nel nostro caso.


Questi hotel o camere devono avere delle caratteristiche ben precide che permettano il movimento autonomo per chi è in carrozzina, senza alcuna barriera architettonica che ne impedisca la libertà di movimento ma anche per utenti non vedenti o non udenti. Gli hotel nel centro di Roma sono circa 6870 e di questi purtroppo solo poco più del 7 percento sono strutture adibite ad ospitare persone con disabilità di diverso livello! Questi non sono certamente numeri per una capitale mondiale come Roma e ci auguriamo che anche il resto delle strutture si adeguino al più presto per offrire soggiorni piacevoli e vivibili anche a clienti con difficoltà.

Abbiamo quindi selezionato e visitato diverse strutture ricettive ed alberghi in centro a Roma che sono completamente o parzialmente muniti di strutture per utenti disabili di vario livello.
Caratteristica comune di questi hotel per disabili sono:
  1. Vicinanza alle aree ZTL per persone disabili: disponibilità anche di accessi temporanei per il periodo del soggiorno nella capitale.
  2. Prossimità alla METRO di Roma adibita ai disabili (purtroppo non sempre funzionanti montascale ed ascensori) e servizio Taxi con carrozzina (da chiamare per richiedere il servizio allo 06-3570)
  3. Distanza favorevole a Musei con ascensori e trampe per disabili a Roma: Musei Vaticani, chiese, parchi, fori romani e Colosseo. Tra le chiese meglio attrezzate per utenti disabili segnaliamo San Pietro e San Giovanni in Laterano.
Abbiamo selezionato le migliori 20 strutture che rispondano obbligatoriamente ad alcune esigenze e caratteristiche di accessibilità minime, senza barriere e con ausili vari presenti nelle camere per utenti con disabilità, anche sensoriale:

    Accessibilità dell'hotel
  • Accesso su sedia a rotelle
  • WC con maniglioni
  • WC con seduta più alta
  • Lavabo più basso
  • Campanello emergenza nella toilette
  • Presenza di ausili in Braille e segnaletica tattile per non vedenti.
  • Segnali uditivi per non vedenti
  • Accessibilità interna nelle camere
  • Piani superiori accessibili con ascensore
  • Vasca con bagno per disabili
  • Doccia con accesso per sedia a rotelle
  • Doccia a filo pavimento
  • WC rialzato con maniglione
  • Sedia per doccia
  • Lavabo di altezza inferiore allo standard

Hotel a 4 stelle per disabili in centro a Roma

    Circa 135 strutture 4**** disabili in centro a Roma

  • Visconti Holiday House appartamenti di lusso con Jacuzzi: 11 Via Ennio Quirino Visconti, Vaticano Prati, 00193 Roma. Casa vacanze a 1 km dal centro di Roma.
  • Peter's Dream Via Marco Aurelio 42. A 700 m dalla Domus Aurea e a 800 m dal Colosseo.
  • Horti 14 Borgo Trastevere 14 Via di San Francesco di Sales, Trastevere. In centro a Roma, a 10 minuti a piedi dal quartiere di Trastevere.
  • GB Vatican Apartment 168 Via Germanico, Vaticano Prati. A 1 km dai Musei Vaticani, a 1,9 km da Castel Sant'Angelo ed a 2 km dalla Basilica di San Pietro.
  • Gregoriana Apartment Via Gregoriana 12. Situato a 200 metri da Piazza di Spagna.
  • Hotel Savoy Via Ludovisi 15, Via Veneto. A 450 metri da Piazza Barberini e 15 minuti a piedi dalla Fontana di Trevi.
  • Best Western Plus Hotel Universo Via Principe Amedeo 5B, Stazione Termini. Costruito a 300 metri dalla Stazione Termini, a soli 150 metri dal Teatro dell'Opera, a 5 minuti a piedi da Via Nazionale e a 400 metri dalle Terme di Diocleziano.
  • Starhotels Michelangelo Rome Via Della Stazione Di S. Pietro 14, Vaticano. A 450 metri da Piazza San Pietro e a 14 minuti a piedi da Castel Sant'Angelo.
  • NH Collection Roma Giustiniano Via Virgilio 1 E/F/G, Vaticano. A 10 minuti a piedi da Piazza San Pietro e Castel Sant'Angelo
  • UNAHOTELS Decò Roma Via Giovanni Amendola 57. Distanza di appena 100 metri dalla Stazione Ferroviaria di Roma Termini. Con 2 fermate della metro si raggiunge il Colosseo e Fontana di Trevi.
  • The Code Hotel Via Sistina 79. A 50 metri da Piazza di Spagna e 5 minuti della metropolitana Spagna.

Hotel a 3 stelle per disabili in centro a Roma

    Circa 89 strutture 3*** disabili in centro a Roma

  • Casa Mia In Trastevere Via della Renella 88/89. Posizionata a 200 metri da Piazza di Santa Maria in Trastevere.
  • RSH Piazza Navona Apartments Vari indirizzi nel centro di Roma. La struttura dispone di diversi appartamenti in centro adibiti a ospiti disabili in prossimità di piazza Navona.
  • Tree Charme Spagna Boutique Hotel 37 Via della Mercede. Situato centro storico di Roma, a 300 metri da Piazza di Spagna.
  • Boutique Hotel Anahi Via Della Penna 65. Nel centro storico di Roma a 150 metri da Piazza del Popolo e stazione metro Flaminio, a 10 minuti a piedi da Piazza di Spagna.
  • Hotel Paolo II via Paolo II 3, Vaticano. A 15 minuti a piedi dai Musei Vaticani e nei pressi della stazione metro Ottaviani.
  • Exe Domus Aurea Via Volturno 30/32/34. Nei pressi delle rovine romane e della chiesa di Santa Maria degli Angeli, terrazza all’ultimo piano con affaccio sulle Terme di Diocleziano.
  • Hotel Lancelot Via Capo D'Africa 47. Ad appena 350 metri dal Colosseo.
  • Hotel Villa San Pio Via di Santa Melania, 19. A 10 minuti dalla metro Circo Massimo.
  • Hotel Il Cantico St. Peter Via del Cottolengo 50, Vaticano. In centro a Roma, appena 5 minuti a piedi da Città del Vaticano.

domenica 12 gennaio 2020

QUALE FRULLATORE USARE PER FARE IL PESTO

Quale frullatore usare per fare il pesto alla genovese

A proporsito di pesto classico. Alcuni dicono che l'uso di un frullatore per il pesto anziché di un robot da cucina si traduce in una pesto più vellutato. Abbinando il pesto alla pasta, i liguri mescolano un mestolo di acqua di cottura nel pesto appena prima di aggiungere le tagliatelle; questo diluisce la salsa concentrata e aiuta ad aderire alla pasta. Questo è il procedimento che bisogna seguire quando si utilizza il frullatore per preparare il pesto.

Una delle mie salse estive preferite è il pesto fatto in casa con un frullatore. Perché usare un frullatore? Perché odio tirare fuori il mio robot da cucina (sono un cuoco pigro!).
Mia madre pianta sempre il basilico nel suo orto in estate, quindi ha sempre un sacco di basilico fresco da utilizzare. La cosa migliore del pesto è che non devi semplicemente usare il basilico. Puoi aggiungere spinaci, pomodori secchi, prezzemolo ... le opzioni sono infinite.
Preparare il pesto fatto in casa in un frullatore è un modo semplice per gustare questa salsa estiva. Goditi il pesto con pasta, panini o pizza! È così versatile.
Ma adesso vediamo quale frullatore conviene usare per fare un ottimo pesto alla genovese:

Frullatore a immersione Bosch

Frullatore a immersione Bosch

Questo frullatore ad immersione della Bosch è realizzzato in ottimo acciaio inossidabile. Consuma circa 600W ed è dotato di 12 velocità. La particolarità è che ha delle lame in acciao inox di piccole dimensioni ideali per tagliare della dimensione giuista il basilico per preparare il nostro pesto. Ha un pratico pulsante per sganciare il piede dell'attrezzo. Dotato di bicchiere trasparente con coperchio riponibile comodamente in frigo. Disponibile anche un modello con 4 ulteriori accessori: tritatutto, frusta per montare e accessorio ProPuree per schiacciare le patate
Per noi la scelta migliore per il rapporto qualità prezzo.

Sauce Mixer a Immersione Braun

Frullatore a Immersione Braun
Il frullatore mixer della Braun si caratterizza per avere ben 21 velocità e per il design PowerBell Plus garantito anti-schizzi. Inoltre ha un potente motore di 750W ed un bicchire graduato da 500ml. Compresa la frusta a filo in acciao inox. Questo frullatore risulta ideale anche per preparare facilmente passati di verdure e il pesto fresco in pochi secondi.
Per noi la miglior scelta premium tra quelli provati.

Moulinex Quickchef 2-in-1 Mixer ad Immersione con Appoggio in Acciaio

Moulinex Quickchef 2-in-1 Mixer ad Immersione
Questo Quickchef della Moulinex si caratterizza per avere il motore più potente tra quelli provati: ben 1000W con 10 velocità che assicurano un ottimo controllo del taglio e delle rotazioni. Protezione antischizzi e impugnatura antiscivolo. Abbiamo provato a fare il pesto ed abbiamo concluso il tutto in circa 2 minuti! In dotazione: un Bicchiere da 800 ml ed un Tritatutto da 500 ml quello usato per la prova pesto.
Per noi miglior design e potenza.

Kenwood Triblade Mixer ad Immersione

Kenwood  Triblade Mixer ad Immersione
Caratteristica secondo noi interessante e caratterizzante di questo mixer ad immersione della Kenwood è il Sistema Triblade: 3 lame che aumentano la superficie del taglio e migliorando le prestazioni. Lapotenza è medio-alta: 800W. In dotazione il comodo accessorio schiacciaverdure in pla, il tritatutto da 0,5 lt, la frusta a filo e il bicchiere graduato da 750 ml in plastica con coperchio e manico ergonomico. Ottimo materiale antiscivolo SuregripTM. Sistema antichizzi molto utile soprattutto quando si lavora con cibi caldi. Uniico tra quelli provati ad avere l'accessorio Soup XL, per frullare zuppe direttamente in pentola: veramente comodo e funzionale per quantita importanti di cibo.
Migliore per la qualità dei materiali e per la robustezza: il prezzo sopra la media è pienamente giustificato.

Abbiamo fatto la prova con i frullatori ad immersione avevdo cura di preparare il presto con la stessa identica ricetta e quindi rispettando anche le medesime qualità.
Tutti i modelli hanno permesso di raggiungere un ottimo risultato finale: ma abbiamo notato che i mixer con maggiore potenza sono stati quelli che hanno permesso di fare un pesto della giusta consistenza senza lasciare grumi e rendendo il preparato finale vellutato e della giusta densità così come prevede la tradizionale ricetta del pesto genovese con basilico fresco.

venerdì 10 gennaio 2020

LE 23 PAROLE PIÙ RICERCATE SU AMAZON

Le parole più ricercate su Amazon

Amazon è il più grande negozio online attualmente attivo. Al suo interno la parte più utilizzata è la finestrella per le ricerche: basta inserire una parola, una lettera o una frase chiave per avere dei risultati di ricerca inerente a ciò che desideriamo acquistare.

Oltre alle pagine dedicate agli oggetti più venduti su Amazon, i cosidetti "Bestseller", esistono anche altri risultati di ricerca visualizzati dagli utenti milioni di volte ogni giorno! Ma vi siete mai chiesti quali sono le parole o i prodotti più cercati dagli utenti su Amazon: oggi vi sveliamo le 23 parole più cercate su Amazon!

Elenco alfabetico delle parole maggiormente cercate su Amazon

Parola ricercata Oggetto Articolo più acquistato
Airpods Apple AirPods Amazon Apple AirPods con custodia di ricarica
Buono Regalo Amazon Buono Amazon Buono Amazon a partire da 1€
Call of Duty Call of Duty: Modern Warfare amazon Call of Duty: Modern Warfare
Deumidificatore IKICH Deumidificatore Amazon IKICH Deumidificatore 2000mL Serbatoio d'Acqua
Echo Dot Echo Dot 3ª generazione Amazon Echo Dot (3ª generazione) - Altoparlante intelligente con integrazione Alexa
Fire TV Stick Fire TV Stick con telecomando vocale Alexa Amazon Fire TV Stick con telecomando vocale Alexa
Ghd Ghd Gold Professional Styler Piastra professionale per capelli Amazon Ghd Gold Professional Styler Piastra professionale per capelli
Huawei P30 Lite Huawei P30 Lite Amazon Huawei P30 Lite Midnight Black 6.15" 4gb/128gb Dual Sim
iPhone 11 Apple iPhone 11 Amazon Apple iPhone 11 (64GB)
Just Dance 2020 Just Dance 2020 Amazon Just Dance 2020 - Nintendo Switch
Kindle paperwhite 2019 Kindle Paperwhite Amazon Kindle Paperwhite, resistente all'acqua, schermo HD da 6", 8 GB
LEGO LEGO Friends Bambina LEGO Friends Bambina
Macchina fotografica bambini Macchina fotografica bambini Amazon ToyZoom Macchina Fotografica per Bambini Digitale Portatile Selfie Videocamera LCD/HD/18MP
Nintendo Switch Nintendo Switch Lite Amazon Nintendo Switch Lite 2020
Oral B Spazzolino Elettrico Oral B Spazzolino Elettrico Amazon Oral-B Vitality Crossaction Spazzolino Elettrico Ricaricabile con tecnologia Braun
PS4 Sony PS4 Console Slim Amazon Sony PS4 Console Slim 1TB + 2 Controllers Dual Shock 4
Quartier generale super pigiamini Quartier generale super pigiamini Amazon Super Pigiamini PJ Mask
Robot aspirapolvere Robot aspirapolvere Roomba Amazon iRobot Roomba 671 Robot aspirapolvere WiFi con App compatibile con Alexa
Samsung a50 Galaxy A50 Amazon Samsung Galaxy A50 Android
Tablet Tablet HUAWEI T5 Amazon Tablet HUAWEI T5 Mediapad
UGG donna UGG Donna Amazon UGG Classic Short, Stivaletti Donna
Vaporiera Vaporiera Digitale Amazon Vaporiera Digitale 3 Vaschette Russell Hobbs
Whisky Whisky Lagavulin Scozzese Amazon Whisky Lagavulin Scozzese Puro Malto dell'isola di Islay invecchiato 16 anni
Xiaomi Redmi Note 8 Xiaomi Redmi Note 8 Amazon Xiaomi Redmi Note 8 Neptune Blue 6,3" 4gb/64gb Dual Sim
Yankee candle Yankee candle Amazon Yankee candle - Candela Grande Vaso
Zaino North Face Zaino The North Face Borealis Amazon Zaino The North Face Borealis Classic


Potrebbe interessarti anche:


mercoledì 8 gennaio 2020

COME STAMPARE UNA PAGINA DI UN SITO ELIMINANDO IMMAGINI O PUBBLICITÀ

Come stampare o salvare una pagina di un sito eliminando pubblicità e immagini

A volte ci sarà capitato di trovare interessante un articolo su un quotidiano online o di un sito web in genere e avere desiderare di stamparlo ma non lo abbiamo fatto. Le cause principali per le quali spesso si rinuncia a stampare una pagina da internet sono diverse tra cui:
  • La pagina da stampare è piena di foto e immagini;
  • Si consuma troppo inchiostro dalla cartuccia a colori della stampante;
  • La pagina da stampare è piena di banner pubblicitari che non desideriamo stampare;
  • I caratteri sono troppo piccoli e difficili da lettere;
  • Oppure sempilicemente non sappiamo come si fa.
Bene sappiate che ci sono diversi modi per stampare una pagina con il solo testo di un sito internet.
Per iniziare diciamo che se utilizzate Chrome, ci sono delle estensioni del browser che permettono facilmente di ottenere la pagina che vogliamo stampare (o leggere) senza fronzoli e con il solo testo bello chiaro. Stiamo parlando di Reader View, basta andare sulla pagina e scaricarlo gratuitamente.
Questa componente aggiuntivo di chrome vi permetterà oltre che di stampare la pagina, anche di leggerla comodamente senza pubblicità o anche senza figure e foto di nessun tipo che rendono a distrarre a molti lettori.

Facciamo un esempio: ammettiamo di avere la seguente pagina di un articolo di Braosa.com completa di immagini, banner e ADV varie:

Esempio pagina di un articolo da leggere e stampare

Vediamo adesso come si riduce la pagina e si rende facilmente leggibile e stampabile con l'estensione disponibile per Chrome. Basterà cliccare sull'iconcina che simula un libro aperto in alto nel browser:

Conversione pagina in PDF

Si aprirà quindi una pagina molto più leggera e eleggibile dell'articolo che stavamo leggendo prima ma senza pubblicità. Avremo solo le immagini ed il testo del post:

Pagina web convertita in PDF

Se desideriamo ulteriormente ridurre l'articolo senza alcuna foto o img, possiamo cliccare sul simbolo della foto e quindi su "Hide" per nascondere le foto ed ogni grafica presente che riteniamo non utile al fine della lettura del testo della pagina. Al contrario se desideriamo rimettere nello stesso posto le immaggini clicchiamo si "Show":

Eliminare immagini da una pagina web

Infine possiamo decidere di stampare e/o salvare la pagina in PDF: basta infatti lanciare una stampa in PDF e verrà così creata una pagina di ciò che vediamo nel browser da stampare senza immagini oppure semplicemente stampare e condividere con altri utenti o inviarla per mail:

Esportare la pagina di un sito web in PDF oppure salvare

Bonus: autolettura del documento

Altra funzione interessantissima è "Read this article" che ci permette di avere letto l'articolo convertito in PDF dal PC; Cliccate sul simbolo del diffusore sonoro sempre in alto a sinistra e tramite una sorta di equalizzatore potremo regolare il volume, la velocità e la lingua di lettura....immaginiamo di avere un lungo testo o ub racconto su una pagina web e non avere voglia di leggerlo fisicamente: possiamo distenderci in poltrona, magari con un bel paio di cuffie e semplicemente ascoltando la voce narrante gentile e chiara che ci legge il testo....
Provate e poi mi fate sapere cosa ne pensate.

Autolettura del PC di una pagina stampata o salvata in PDF

Potrebbe interessarti anche: