lunedì 25 dicembre 2017

FACEBOOK FA I SUOI PRIMI PASSI VERSO LA MUSICA

Facebook sfida Youtube nel mondo della musica con la Universal Music

Ciò significa che YouTube potrebbe finalmente avere un concorrente per il business dei video musicali.
Mark Zuckerberg non vende canzoni o abbonamenti di musica in streaming. Ma la sua azienda ha firmato un accordo con Universal Music, la più grande etichetta musicale del mondo, su cui le due società hanno lavorato per qualche tempo.

Per gli utenti, l'accordo significa che se caricano un video clip fatto in casa, su Facebook o Instagram che ha una parte di una canzone Universal in background, la clip può rimanere senza generare una notifica di rimozione. Ciò ha anche vantaggi evidenti per Facebook (ma per dirlo esplicitamente - Facebook vuole fare tutto ciò che può per incoraggiare le persone a creare e condividere contenuti sui propri servizi).
E per la Universal, l'accordo significa che l'azienda ora ha una nuova significativa fonte di entrate - nessuna delle due parti commenta i potenziali risvolti finanziari per ora, ma le fonti del settore ipotizzano che Facebook abbia scritto alla musica un'etichetta un controllo molto grande come anticipo, e che Universal possa fare di più nel corso del contratto pluriennale.


Fondamentalmente, l'accordo non conferisce a Facebook il diritto di creare la propria versione di Vevo, il servizio di video musicale di proprietà delle etichette musicali che genera la maggior parte delle sue visualizzazioni su YouTube. D'altra parte, ora che Universal ha il suo primo accordo di licenza con Facebook, apre la porta ad altre cose lungo la strada. Forse la cosa più importante per Universal è che ora ha un chip di contrattazione credibile quando parla con YouTube di Google.
Per anni, le etichette e YouTube hanno avuto una relazione simbiotica ma tesa: il prodotto delle etichette genera molte visualizzazioni per YouTube, il che dice che paga le etichette in cambio di un sacco di soldi in cambio. Ma le etichette si sono costantemente lamentate del fatto che YouTube non le paghi abbastanza.

Ora Universal (e alla fine le altre grandi etichette) possono dire in modo più credibile a YouTube che porteranno il loro prodotto fuori dalla più grande piattaforma video del mondo e lo trasferiranno sul più grande social network del mondo.
Non a caso: il comunicato stampa che annuncia l'accordo cita Tamara Hrivnak, l'executive aziendale di Facebook che ha negoziato l'accordo con Universal. Fino all'anno scorso, era incaricata di negoziare accordi simili per YouTube.
Inoltre non è una coincidenza: Universal e YouTube hanno annunciato il loro accordo pluriennale all'inizio di questa settimana.

Facebook ha fatto i suoi primi veri passi nel mondo della musica

I commenti verranno pubblicati dopo un controllo da parte dei moderatori. Grazie.