venerdì 16 febbraio 2018

COME CAPIRE SE MI HANNO BLOCCATO SU WHATSAPP

Come capire se mi hanno bloccato WhatsApp

Hai il sospetto che alcuni dei tuoi contatti ti abbiano bloccato su WhatsApp? Vi mostreremo 5 metodi per scoprire se i vostri sospetti sono fondati. Ognuno ha il suo coefficiente di affidabilità (RC) su WhatsApp che si indica su una scala da 1 a 100. Gli sviluppatori di WhatsApp non hanno mai rilasciato una funzione ufficiale per consentire agli utenti di scoprire chi li ha bloccati. Tuttavia, qui mostriamo come farlo.

Di solito, siamo sospettosi quando non riceviamo messaggi per un pò e il nostro contatto "sospetto" sembra essere scomparso. Pertanto, controlliamo il loro profilo e ci rendiamo conto che il loro stato è stato aggiornato molto tempo fa (ad es. Leggiamo "Sole, mare, estate", nel loro stato di WhatsApp, ma siamo in inverno ... non ha senso). Poi, quando i tuoi sospetti cominciano a gonfiarsi, ti rendi conto che anche la loro immagine del profilo è sparita.

Non hai mai visto nessuna immagine sul profilo WhatsApp di qualcuno e hai pensato che potresti essere stato bloccato? Bene, in questo tutorial elimineremo tutti i dubbi su come scoprire chi ti ha bloccato su WhatsApp.

Per sconfiggere il tuo nemico, devi diventare il tuo nemico.
Pertanto, vediamo come bloccare qualcuno su WhatsApp e, in seguito, i 4 diversi metodi per scoprire se qualcuno ha deciso, ragionevolmente o meno, di interrompere la comunicazione con noi tramite WhatsApp.

WhatsApp: 5 modi per scoprire chi ti ha bloccato

Come spiegato sopra, vediamo in dettaglio 5 diversi metodi per vedere se siamo stati bloccati su WhatsApp. Ognuno di questi ha un coefficiente di affidabilità (RC) che indica su una scala da 1 a 100 l'affidabilità del metodo.

1. Tecnica dell'ultima visita (RC 45%)


La prima cosa da fare per scoprire chi ti ha bloccato è controllare l'ultimo visto del sospettato. Per fare ciò, basta aprire una conversazione con lui/lei (senza scrivere nulla) e vedere cosa appare sotto il nome del contatto. Se vedi le parole "Ultimo visto ...", allora è certo che NON sei stato bloccato. Se non appare nulla, ci sono buone possibilità che tu sia stato inserito nella sua "lista dei contatti bloccati".
Margine di errore: ultimamente questo metodo non ha avuto efficacia dopo che molti utenti hanno deciso di nascondere il loro stato 'ultimo visto'.

2. Tecnica dell'immagine del profilo (RC 65%)


La tecnica dell'immagine del profilo è simile alla precedente, ma con un grado di affidabilità superiore, grazie al fatto che non è possibile "nascondere" l'immagine del profilo come per l'ultima vista. Questo metodo prevede l'apertura del profilo del contatto sospetto e la verifica dello stato dell'immagine del profilo. Se non riesci a vederlo, è probabile che il contatto ti abbia bloccato. Quando blocchi un contatto, non possono più vedere la tua immagine del profilo.
Margine di errore: un utente può semplicemente decidere di eliminare la sua immagine del profilo, quindi indirizzarti in modo errato.

3. Tecnica della singola spunta (RC 55%)



Il terzo metodo riguarda i famosi "tick" (piccola "v" verde, grigia o blu che appare in basso a destra nel messaggio e indica se sono stati inviati / letti / ricevuti). Se sei bloccato, vedrai sempre un segno di spunta accanto al messaggio.
Margine di errore: questo metodo può essere fallibile se il contatto sospetto conosce la tecnica per leggere un messaggio senza far apparire le spunta.

4. Tecnica quasi perfetta (RC 90-99%)


I primi tre metodi, come suggerito dalla RC, sono abbastanza affidabili, ma sono ancora lontani dalla certezza che stiamo cercando. Per essere sicuri che il presunto contatto ci abbia bloccato su WhatsApp, abbiamo bisogno di altro. Ciò che ci aiuterà è la psicologia, ma non c'è nulla di complicato. Quello che facciamo è combinare le tecniche descritte sopra con quello che sappiamo del comportamento del contatto sospetto. Questo ci consente di superare il "margine di errore" trovato nelle tecniche 1, 2 e 3.

In pratica, devi combinare tutti i dati disponibili. Raccogli ciò che hai appreso seguendo i passaggi 1, 2 e 3 e verifica se vi sono incongruenze nel comportamento abituale del sospetto. Può sembrare complicato, ma non è necessario essere uno psicologo. Vediamo come farlo con un esempio.

Esempio: vogliamo scoprire se il nostro contatto Marco ci ha bloccato. Apri il suo contatto su WhatsApp e noti che "l'ultimo visto" non viene visualizzato. Quindi noti che le doppie spunte non si sono mai mostrate e che l'immagine del profilo è scomparsa. In questo caso, Marco probabilmente ti ha bloccato. Quindi, per sicurezza, cerchi nella tua memoria di ricordare che tipo di utilizzo ha fatto Marco su WhatsApp.

Di solito, gli scenari più comuni che dovrai affrontare sono questi due:
  1. Se tra voi avete usato raramente WhatsApp ... NON avresti potuto essere bloccato. In questo caso, ricontrolla ogni giorno per una settimana. Se non noti alcuna modifica (ad esempio, la presenza o l'assenza dell'immagine del profilo che fino a poco tempo fa riuscivi a vedere), hai la risposta che stavi cercando: Marco ti ha bloccato.
  2. Se ha usato (e usa) WhatsApp dozzine di volte al giorno ... quasi sicuramente sei stato bloccato!
Quindi, più riesci a combinare i dati raccolti, più riesci a dare una risposta alla domanda "come faccio a sapere se qualcuno mi ha bloccato su WhatsApp?" L'RC, basandosi solo sulle nostre capacità investigative, può arrivare ad un intervallo dal 90% al 99%.

5. Test di "gruppo" per essere sicuro al 100% di essere bloccato (ma attenzione!)


Le 4 tecniche precedenti sono utili e valide, ma lasciano un 1% di incertezza. Va bene, dato che il problema è stato risolto con un "trucco" pubblicato dal portale ispanico Wasap Ninja, "Come sai di essere stato bloccato su WhatsApp?" Con assoluta certezza.
La risposta è semplice Se tutti i sospetti indicati nei metodi 1, 2, 3 e 4 sono ben fondati, è possibile passare al test finale.
Alcuni potrebbero pensare di usare questo metodo direttamente e saltare gli altri, ma il rischio di "essere scoperti" diventerebbe troppo alto. Vedremo in dettaglio dopo che abbiamo spiegato come vedere se qualcuno ci ha bloccato attraverso i gruppi.

Riassumiamo la situazione:

Cosa succede quando qualcuno ti ha bloccato su WhatsApp?

  • I tuoi messaggi inviati non raggiungono mai il destinatario.
  • Non è possibile effettuare chiamate vocali.
  • Non vedi l'aggiornamento dello stato, l'ultimo visto e le modifiche all'immagine del profilo.
Tuttavia, questi indicatori non garantiscono che scoprirai se qualcuno ti ha bloccato (come abbiamo visto prima).

Per essere sicuri maggiormente procedi come segue:

  1. Apri WhatsApp e crea un nuovo gruppo
  2. Cerca il contatto sospetto e prova ad aggiungerli al gruppo appena creato.
  3. Se non sei stato bloccato da questa persona, il contatto viene normalmente aggiunto al nuovo gruppo.
  4. Se sei stato bloccato, vedrai un messaggio del tipo "Non sei autorizzato ad aggiungere questo contatto." Ciò significa che sei stato bloccato, senza alcun dubbio.
Per farla breve, puoi aggiungere a un gruppo solo i contatti che non ti hanno bloccato.

Ma fa attenzione! Sebbene questa tecnica dia la certezza assoluta che sei stato bloccato, corri il rischio di essere accusato di "sospetti infondati". Se non sei stato bloccato, infatti, la persona che sospetti verrà aggiunta a un gruppo fittizio e sicuramente si chiederà "perché mi hanno aggiunto?" Per questo motivo, e per evitaredi "essere scoperti", prima di fare il gruppo si consiglia di utilizzare altri metodi e assicurarsi che i vostri sospetti siano il più possibile certi!


Potrebbe interessarti anche:
- Come cercare i messaggi Chat su WhatsApp
- Come condividere la tua posizione con gli amici su WhatsApp
- Come rispondere automaticamente ai messaggi WhatsApp
- Come nascondere lo stato online su WhatsApp
- Come cancellare i messaggi WhatsApp inviati per errore

I commenti verranno pubblicati dopo un controllo da parte dei moderatori. Grazie.