giovedì 19 luglio 2018

GOOGLE SOSTITUISCE ANDROID CON FUCHSIA? FORSE MA NON PER MOLTO TEMPO

Google sostituisce Android con Fucsia? Forse, ma non per molto tempo

Oggi Bloomberg sta segnalando che il nuovo sistema operativo Project Fuchsia di Google potrebbe effettivamente essere un successore di Android.

Cosa è Project Fuchsia

Si tratta di un sistema operativo completamente nuovo nelle primissime fasi di sviluppo. È pensato per essere un sistema operativo universale, in grado di funzionare su qualsiasi cosa, da altoparlanti e smartphone a computer desktop. L'idea sarebbe un sistema operativo che può letteralmente eseguire lo stesso codice su ogni singolo dispositivo intelligente, il Santo Graal dei sistemi operativi.

Secondo Bloomberg, questo è il piano di Fuchsia, che a loro avviso potrebbe potenzialmente sostituire Android a lungo termine:

Gli ingegneri di Google hanno dichiarato di voler incorporare Fucsia su dispositivi domestici collegati, come altoparlanti con comando vocale, entro tre anni, per poi passare a macchine più grandi come i laptop. In definitiva, il team aspira a scambiare il proprio sistema per Android, il software che alimenta più di tre quarti degli smartphone del mondo, ha affermato la gente, che ha chiesto di non essere identificata per discutere di questioni interne. L'obiettivo è che ciò accada nella prossima metà del decennio, ha detto una di queste persone.


L'intero mondo della tecnologia potrebbe cambiare completamente nei prossimi 5 anni e il piano per la sostituzione di Android non è stato ufficialmente firmato dai dirigenti di Google. Ma Google ha 100 persone che lavorano su questo nuovo sistema operativo, quindi non è solo un progetto di un ingegnere a caso, e il giornalista che ha scritto la storia, Mark Gurman, è noto per ottenere scoop sulle tecnologie che verrano.

Sia Android che Chrome OS sono basati su una versione modificata del kernel Linux, ma Fuchsia è costruito su un micro-kernel totalmente nuovo chiamato Zircon, che elimina tutto il bagaglio extra a favore di un kernel efficiente e flessibile che può girare su dispositivi più piccoli e più hardware portatile. E dal momento che hanno creato il kernel da soli, hanno il controllo completo su tutto.

Fuchsia è anche costruita attorno ai principi di progettazione di Google, Material Design, e consentirà il porting di app su Fucsia usando il Flutter SDK, sebbene sia possibile anche abilitare un runtime compatibile Android-compatibile ad un certo punto. Non solo il nuovo sistema operativo è stato progettato per gestire qualsiasi dimensione dello schermo, dagli orologi ai televisori, ma sta lavorando per abilitare la voce come input standard, in quanto Fuchsia può essere utilizzata per alimentare gli altoparlanti intelligenti in futuro.

Perché Google non dovrebbe funzionare su un nuovo sistema operativo?


Ecco la nostra opinione: Google sarebbe pazzo a non lavorare su un sostituto per Android e Chrome OS. Hanno due sistemi operativi completamente separati per dispositivi diversi, ovviamente stanno lavorando a un progetto per consolidarli e sostituirli con un singolo sistema operativo.

Costruire un sistema operativo sostitutivo non è sorprendente, ed è successo molte altre volte in passato: Apple ha sostituito il MacOS originale con OS X, utilizzato il nucleo di OS X per costruire iOS, e ora c'è la speculazione dilagante che alla fine useranno iOS per sostituire macOS. Microsoft passò da DOS a Windows 9x e quindi costruì Windows NT su un kernel completamente diverso per sostituire il disordine in cui si erano cacciati.

Ci sono stati problemi durante quelle transizioni? Sicuramente. Ma al giorno d'oggi i nostri dispositivi durano solo pochi anni prima che li buttiamo via e li sostituiamo con qualcosa di nuovo, quindi finché il nuovo sistema operativo supporta le stesse app, non c'è motivo per cui non possa funzionare. Non avresti nemmeno bisogno di aggiornare alcun dispositivo con un nuovo sistema operativo, ma solo offrirlo su un nuovo telefono, esattamente come fanno oggi con Android.


E Google ha tutte le ragioni per avere un ripensamento in tal senso. Hanno costruito Android per essere aperti, ma i produttori hanno rovinato tutto con il crapware e il mancato aggiornamento, portando a una frammentazione pazzesca. Quindi, hanno cercato di risolvere il problema di aggiornamento spostando tutto in Google Play Services, ma questo causa altri problemi, in particolare con i dispositivi meno recenti che rallentano nel tempo. Hanno finalmente ricostruito il framework sottostante con Project Treble per consentire che gli aggiornamenti del sistema operativo avvengano separatamente dagli aggiornamenti dei fornitori, ma questo è disponibile solo sui nuovi telefoni. E tutto questo non tiene conto della nuova sentenza UE che li costringerà a consentire ad altri motori di ricerca di essere impostati come predefiniti, eliminando completamente il punto di Google che offre Android gratuitamente.

E poi c'è ChromeOS, che è un sistema operativo completamente separato di cui siamo decisamente fan: i Chromebook sono più di un semplice browser, perché Chrome è diventato il nostro sistema operativo. Hanno enormi vantaggi su Mac e PC, dalla sicurezza straordinaria alle impostazioni sincronizzate e all'accensione istantanea. Tuttavia, nonostante i Chromebook siano in grado di eseguire app Android, il sistema operativo non è progettato per dispositivi solo touchscreen e, per quanto amiamo Chrome OS, non funziona su un telefono, tanto meno un orologio o uno speaker intelligente.

Allora, che cosa accadrà?


Quando Apple annuncerà il nuovo iPhone a settembre, quello che non sai è che hanno già pianificato la roadmap generale per l'iPhone in arrivo il prossimo anno (2019).

Ma questo non significa che accadrà davvero - per la maggior parte del tempo, questi tipi di progetti prendono una vita e poi muoiono all'interno di un laboratorio di Google o Apple senza che nessuno sappia mai che sono esistiti. La differenza principale qui è che gran parte del lavoro viene svolto allo scoperto, ma la pianificazione non è stata divulgata, quindi siamo costretti a speculare.

Non c'è assolutamente modo di sapere a questo punto cosa succederà. Se il team Fuchsia è in grado di farcela e costruire un sistema operativo straordinario che può funzionare ovunque, sarebbe un'impresa straordinaria di ingegneria. E se qualcuno può farcela, sono proprio i geni che lavorano su Google.

Potrebbe interessarti anche:
- I migliori lettori video per Android
- Quanto sono sicuri Face ID e Touch ID
- Come utilizzare una chiavetta USB con Android
- Google lancia la chat Android contro imessage di Apple
- Come inviare una pagina web da Chrome al telefono?
- Come sapere quale modello Android ha il mio telefono
- Come utilizzare un telefono Android come un PC
- Come disattivare le notifiche Android facilmente
- Come attivare il menu nero in Android Oreo
- Come trafserire foto dal tuo telefono Android al PC
- Qual'è l'ultima versione di Android disponibile
- Come sincronizzare i contatti tra iPhone, Android e Web
- Come fa Android a conoscere la velocità Wi-Fi prima di connettersi?
- Come mettere i file di Google Drive in Accesso Rapido nella home di Android
- Come riconoscere le App Android fke presenti nell'App Store Google

I commenti verranno pubblicati dopo un controllo da parte dei moderatori. Grazie.