mercoledì 15 agosto 2018

COME CONTESTARE UN ADDEBITO SU UN ACQUISTO CON CARTA DI CREDITO PER OTTENERE IL RIMBORSO

Come contestare un addebito bancario su un acquisto con carta di credito per chiedere il rimborso

Un chargeback (storno di addebito) ti consente di contestare una transazione con carta di credito e di annullarla, recuperando i tuoi soldi. Ad esempio, se hai pagato una quota di iscrizione a Amazon Prime e la società non ti consente di cancellare la tua iscrizione, puoi effettuare un chargeback.

Se credi sia una frode, chiama immediatamente la società della tua carta di credito

Innanzitutto, se l'acquisto è stato fraudolento, ad esempio se qualcuno ha acquisito i dati della carta di credito e li sta utilizzando per effettuare acquisti, è necessario contattare immediatamente l'azienda della carta di credito e informarli. La società cancellerà la tua attuale carta di credito, ti invierà una nuova carta con un nuovo numero e annullerà le transazioni che non hai effettuato.

Quando è necessario avviare un chargeback (richiesta di storno di addebito)


Ecco le situazioni in cui è consentito dare inizio alla richiesta di chargeback:
  • Non hai autorizzato la transazione: questo si verifica generalmente quando qualcuno ti ruba i dati della tua carta di credito. Contatta immediatamente il numero della società della tua carta.
  • Non hai ricevuto servizi o prodotti per i quali hai pagato: i chargeback possono salvarti se ordini qualcosa online e il commerciante non lo spedisce mai, ma si rifiuta di rimborsarti.
  • Hai ricevuto merce difettosa o non come descritta: se acquisti qualcosa online e l'articolo ricevuto è stato danneggiato durante la spedizione o non è come descritto, è contraffatto o è generalmente di scarsa qualità, puoi avviare una richiesta di rimborso del denaro speso. Ciò vale anche se l'azienda si rifiuta di accettare la restituzione del prodotto o se hai pagato per un servizio e tale servizio non è stato eseguito come promesso.
  • Ti è stata addebitata una tariffa ricorrente dopo l'annullamento: molti servizi sono servizi di abbonamento in corso che ti fanno pagare una tariffa mensile (per esmpio gli abbonamenti ai i quotidiani). Se annulli il servizio, ma l'azienda si rifiuta di onorare la cancellazione e continua a farti pagare, puoi avviare un chargeback per fermarli.
  • Ti è stata addebitata due volte la stessa cosa: se vedi transazioni duplicate sulla tua carta e mentre il venditore dovrebbe averti addebitato una sola volta, puoi avviare un chargeback per sbarazzartene.
  • Ti è stata addebitata una somma di denaro errata: se vedi un addebito che non corrisponde a quello che hai accettato di pagare, puoi risolvere il problema tramite una richiesta di storno.
  • Ti è stato fatto un'addebito nella valuta sbagliata: se ti è stato addebitato un importo in valuta estera senza essere stato informato di tale fatto, puoi avviare un chargeback. Questo può aiutarti a evitare di pagare le commissioni di conversione valutaria.
  • Non hai ricevuto credito per la restituzione: se restituisci un articolo e il commerciante non accredita la tua carta o inverte la transazione entro un ragionevole lasso di tempo, puoi avviare un chargeback per ottenere i tuoi soldi.

Generalmente hai fino a 120 giorni per iniziare un chargeback, ma i limiti di tempo possono variare leggermente a seconda del tipo di rimborso richiesto. Non aspettare troppo a lungo per avviare una contestazione su una transazione della crta di credito!

Il processo di storno è gestito interamente dalla banca o dall'emittente della carta di credito. L'emittente contatterà l'azienda e sistemerà le cose, e quasi sicuramente dovresti vincere tu se hai un valido motivo per chiedere chargeback.

Contatta il commerciante prima di iniziare un chargeback

Contattare il venditore prima di richiedere un rimborso

Prima di iniziare un chargeback, devi prima contattare il commerciante e dargli la possibilità di risolvere il problema. Ad esempio, se ordini qualcosa online e il pacco si perde per la posta, o l'articolo arriva, ed è stato danneggiato durante il trasporto, dovresti contattare il servizio clienti del commerciante e dare la possibilità di risolvere le cose per bene. Forse rimborseranno il tuo acquisto o ti invieranno un nuovo prodotto. Qualunque sia il problema che stai riscontrando, se vuoi ottenere un addebito duplicato o restituire un prodotto che non è pubblicizzato, prima prova a contattare il commerciante.

I commercianti vogliono lavorare con te. Per loro è più economico rimborsarti. Il commerciante dovrà pagare una quota considerevole, forse dai 20 ai 50 €, se vinci una contestazione di chargeback. È nell'interesse dell'azienda risolvere il problema prima che la società della carta di credito venga coinvolta.

Ma, se il venditore si rifiuta di collaborare con te - forse ha inviato un prodotto contraffatto e si rifiuta di rimborsarti, o forse non sta fornendo un servizio pagato e il servizio clienti non risponde - è il momento per richiedere chargeback. Questo è anche vero se si tratta di un business losco che non fornisce dettagli di contatto del servizio clienti.

Attenzione: i chargeback possono bloccare il conto

Prima di continuare, tieni presente che il commerciante può scegliere di chiudere il tuo account e interrompere il rapporto commerciale con te dopo aver inviato un chargeback. Ad esempio, se acquisti un gioco su Steam o fai un giro in un Uber e poi inizi un chargeback per recuperare i tuoi soldi, Steam o Uber potrebbero cancellare il tuo account. Non potrai più giocare ai tuoi giochi Steam acquistati o chiamare un Uber. La Sony, in particolare, è tristemente famosa per aver bandito i giocatori che hanno riacquistato gli acquisti su PlayStation Network.

Questo è uno dei motivi per cui è meglio trattare con il servizio clienti dell'azienda piuttosto che trascinare la società di carte di credito nella controversia. Le aziende fanno questo per combattere richieste di chargeback fraudolente.

Tieni presente che la tua banca può chiudere il tuo conto della carta di credito se sospetta che tu stia violando i chargeback per motivi fraudolenti.

Come funziona un chargeback

Come funziona una richiesta di storno addebito della carta di credito

Per avviare un chargeback, contatti l'emittente della carta di credito e presenti una contestazione. Indicherai la transazione alla quale ti riferisci e fornisci il motivo per cui la stai contestando.

Questa informazione sulla disputa viene inviata al gestore della carta del venditore e quindi viene inoltrata al commerciante con cui hai a che fare. Il commerciante può scegliere di pagare e rimborsare la transazione o impugnare il tuo chargeback. Se il commerciante vuole respingerlo, dovrà inviare prove che la transazione è legittima. Il commerciante ha una finestra di tempo limitato per rispondere, ad esempio, 30 giorni con le carte Visa, e perderà la disputa se non risponde in tempo.

Ad esempio, se soggiorni in un hotel e poi avvii un chargeback dicendo che non sei mai stato in quell'hotel, l'hotel potrebbe inviare la copia che ha fatto del tuo documento d'identità e del documento che hai firmato al momento del check-in per dimostrare che hai soggiornato lì. Tuttavia, se hai un valido motivo per richiedere il rimborso, dovresti vincere la tua contestazione. Questo è particolarmente vero se hai provato a discutere con il commerciante e lo stesso si rifiuta di risponderti o aiutarti.

La società emittente della carta di credito può scegliere di rimborsare il denaro mentre il processo di storno è ancora in corso. Dipende dalla compagnia delle carte di credito.

I dettagli chiari su questi processi sono disponibili online. Ad esempio, ecco la guida ai chargeback di American Express per i commercianti. Descrive le varie ragioni, procedure e richieste di rimborso, che Visa richiederà al commerciante.

Come avviare una richiesta di storno addebito

Il processo esatto per l'avvio di uno storno di addebito dipende dalla società della carta di credito. In caso di dubbio, è possibile chiamare il numero sul retro della carta di credito e comunicare al servizio clienti della propria banca che si desidera eseguire uno storno di addebito o contestare un addebito. Ti guideranno attraverso il processo.

A seconda della banca, potresti essere in grado di avviare un chargeback interamente online. Questi collegamenti ti consentiranno di iniziare una richiesta con con American Express, Bank of America, Citibank e Discover. Potrebbe essere presente anche un pulsante "contestazione" accanto a ciascun acquisto sul sito Web della società della carta di credito: dai un'occhiata.

Quando si registra un chargeback, ricorda di fornire il maggior numero di dettagli possibile. Se non hai mai ricevuto un prodotto, dillo. Se è stato danneggiato o contraffatto, spiega. Dì alla compagnia della carta di credito se hai provato a contattare il servizio clienti dell'azienda e spiega perché non sono stati abbastanza utili. Ad esempio, se hai contattato il personale del servizio clienti dell'azienda tre settimane fa e non ti hanno risposto è una buona cosa segnalarla.

Che dire delle carte di debito?

chiedere lo storno dell'addebito ad una carta di debito

Puoi anche presentare una contestazione di addebito tramite la tua banca se hai utilizzato con una carta di debito. Se la tua carta di debito ha funzionato come "credito", in altre parole, se non hai inserito il PIN mentre effettui l'acquisto, la tua banca deve seguire le stesse regole Visa o Mastercard per gestire una controversia. Se è eseguito come debito, in altre parole, se hai inserito il PIN quando fai un acquisto, il processo probabilmente non sarebbe così facile.

Contatta la tua banca per contestare una transazione con carta di debito. Questa funzione potrebbe non essere facilmente disponibile online, ma il servizio clienti della banca può aiutarti. Alcune banche possono ricollocare immediatamente il denaro nel tuo conto corrente e ritirarlo in caso di perdita della contestazione, mentre altri lo manterranno fino a quando non avrai vinto la contestazione.

Come al solito, dovresti provare a risolvere il tuo problema parlando prima con il commerciante con al quale hai fatto il pagamento. È più facile per tutte le persone coinvolte se l'azienda/negozio può rimborsarti o risolvere il tuo problema in altro modo. Tuttavia, se un'azienda non si sta comportando in modo etico nei tuoi confronti, puoi "punirla" attraverso gli storni di addebito.

I commenti verranno pubblicati dopo un controllo da parte dei moderatori. Grazie.